MEMORABILE SOUTH AFRICA 2019!

E’ festa in casa FIPSAS!
Per lunghi mesi l’attenzione del mondo agonistico si è concentrata sui Giochi Mondiali della Pesca in Sudafrica e le aspettative non sono state affatto deluse.
Parlano i risultati: le nazionali italiane hanno primeggiato in otto campionati su 13 disputati durante questo evento. Parlano i numeri delle medaglie, i numeri delle persone che componevano le delegazioni italiane, i numeri di coloro che fisicamente le hanno sostenute e di tutti quelli che le hanno supportate a distanza, che sui social è veramente facile contare! L’entusiasmo respirato in Sudafrica nei giorni di trasferta ha davvero coinvolto tutto il mondo della pesca sportiva agonistica italiana!
E’ sufficiente dare una sbirciatina ai media interessati per rendersi conto di quanto è accaduto! Vogliamo contare, ancora una volta, da vicino ogni successo ottenuto, perché ci emoziona davvero e ci dà una carica che speriamo duri a lungo e possa allo stesso tempo positivamente influenzare anche i risultati che verranno perché, lo ricordiamo, in Sudafrica si sono tenuti solo la metà dei Campionati che mediamente interessano annualmente il Settore Pesca di Superficie FIPSAS.

I Masters del Surf Casting si sono confermati vincenti raggiungendo il primo gradino del podio a Langebaan. Il componente della Squadra Antonio Serafini si è aggiudicata la medaglia di argento. Le due Squadre Italiane convocate per il Campionato del Mondo di Long Casting a Pretoria sono arrivate prima e seconda in classifica, stabilendo una indiscussa supremazia dell’Italia in questa disciplina. Filippo Montepagano, sempre del Long Casting, ha stabilito ben due record mondiali nei 125gr e 150 gr, piazzandosi al secondo posto mondiale nella classifica individuale assoluta.
La Squadra dei Masters della Mosca ha chiuso a Dullstroom con un terzo posto e con un po’ di malinconia per non aver raggiunto una possibilissima posizione più alta. Anche la Squadra di Surf Casting a Coppie si è classificata terza ed ha lottato fino all’ultimo, poiché i gradini più ambiti del podio erano veramente vicini.
Lo stesso vale per i Senior del Surf Casting, sempre in gara per tutti e quattro i giorni e che con un pizzico di fortuna avrebbero conquistato una medaglia ma si sono aggiudicati un quarto posto. Rammarico anche per il quarto posto della Squadra del Black Bass avvezza alle vittorie negli ultimi anni, ma che senza dubbio continuerà a portare a casa tante medaglie. I Masters della Pesca al Colpo a Vereeniging si sono aggiudicati un secondo posto arricchito da un bronzo individuale per l’atleta Gino Bacci. La Squadra Femminile di Pesca al Colpo, sempre a Vereeniging, ha lottato fino all’ultimo ed è riuscita a conquistare la medaglia di argento. Infine, la Squadra di Pesca a Feeder ha portato a casa un terzo posto ed una medaglia d’argento individuale per l’atleta Mirko Govi.

Una nota a parte merita il Big Game, le due squadre italiane si sono ben difese per tutti e tre i giorni di gara e tutti insieme abbiamo esultato per un annunciato oro che è stato poi annullato in seguito a decisioni della giuria sulle quali la Federazione si riserva di procedere con opportuni provvedimenti.
Intanto contiamo un meritatissimo argento ed aspettiamo fiduciosi i relativi chiarimenti. Grande soddisfazione quindi per tutti i dirigenti FIPSAS, gli atleti, i tecnici, gli accompagnatori e i sostenitori che hanno seguito da casa e chi in questo momento si compiace più di tutti è sicuramente il Presidente di Settore Pesca di Superficie Maurizio Natucci.
“L’entusiasmo che ci ha pervaso in questi giorni mi gratifica per i sacrifici fatti per le forze impegnate ma sicuramente non mi sorprende! Siamo andati in Sudafrica veramente carichi di positività, avevamo lavorato a lungo e intensamente, ci eravamo preparati atleticamente e nello spirito. L’organizzazione era stata curata in ogni dettaglio per consentire a tutte le delegazioni di vivere un’esperienza indimenticabile sia dal punto di vista sportivo che umano. Il Sudafrica non è un paese facile, è molto diverso dal nostro, sia sotto l’aspetto sociale che ambientale e trovare le condizioni giuste per competere con le altre 48 nazioni partecipanti non era facile. Non ci ha aiutato il meteo, spesso piovoso e ventoso, tra l’altro, molto variabile anche durante la stessa giornata. Ma la carica era quella giusta e l’unione era forte, ci siamo sentiti tutti veramente una grande squadra di 127 persone! Ogni giorno eravamo pronti a tifare per gli azzurri in competizione e a sostenerli nei modi possibili. Perché poi il Sudafrica è grande e tra di loro alcuni campi gara erano distanti anche migliaia di chilometri. Le medaglie conquistate erano le medaglie di tutti e incentivavano gli altri atleti a fare ogni giorno meglio ed a contribuire personalmente e direttamente al conseguimento del risultato totale finale. Eravamo veramente un grande Team Italia, proprio per questo voglio rendere gloria anche alle squadre che non hanno raggiunto i risultati sperati, che comunque si sono impegnate nelle relative competizioni. Mi dispiace profondamente per i Seniores del Surf Casting e per la squadra della pesca al Black Bass ed assicuro che il mio impegno in futuro verrà dedicato al Carp Fishing, alla Pesca ai Predatori con Esche Artificiali da Natante e al Surf Casting Femminile perché mi piace vincere! Ogni nazionale che la FIPSAS schiera nei vari Campionati deve essere temibile dagli avversari e in grado di competere per il podio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *